20 anni fa come qualsiasi giorno

20 anni fa come qualsiasi giorno (domani, oggi, o ieri a seconda di quando leggerete queste righe) la mafia uccide il Magistrato Paolo Borsellino e cinque agenti della sua scorta. 20 anni fa come qualsiasi giorno ci sembra il modo migliore di ricordare Paolo e tutte le altre vittime della mafia. Perché non importa se sono trascorsi 20 anni o 6 mesi o 5 ore. Se l’attenzione, l’impegno, la lotta contro la mafia non sono oggi più forti di ieri quello che è successo il 19 luglio 1992 può ripetersi qualsiasi altro giorno.

Ogni volta che la mafia prova a toglierci la voce, noi alziamola.

G & G

Assittati sui miracoli

Buon lunedì amici e buon inizio settimana. Oggi abbiamo il piacere di condividere con voi una parte del risultato del lavoro in cui siamo stati impegnati in queste due settimane. Intanto il v’ASSILLO dedicato alla Santuzza di Palermo e proiettato la notte tra il 14 ed il 15 luglio al foro italico di Palermo in occasione del Festino. Per chi non lo sapesse, si tratta di una rubrica video de Le Malerbe, di cui facciamo parte insieme all’amico Cristiano Pasca (a cui intanto mandiamo uno scappellotto cibernetico, con la promessa di darglielo di presenza domani) e realizzata con Vassily Sortino. Sul canale de Le Malerbe potete trovare tutte le altre puntate. Inoltre alla realizzazione di quest’ultima puntata hanno partecipato anche gli amici e colleghi di palco Lorenzo Palo Pasqua e Roberto Pizzo.

Di seguito invece il previeW del v’ASSILLO lanciato alcuni giorni prima

Ed infine ecco come abbiamo partecipato al Fest Mob. Una sorta di Flash Mob riadattato per l’occasione e che insieme al Festinoval sono state tra le novità di questa edizione del Festino di Santa Rosalia. E noi siamo felicissimi di esserci stati.

G & G

Non sparatela grossa, anzi si

Buongiorno a tutti, come state? Vi è piaciuto l’episodio numero 31 di ieri? (per chi non l’avesse ancora visto ecco dove trovarlo http://www.assittati.com/?page_id=962). Dopo qualche ora di pausa noi stiamo già lavorando alle nuove puntate ed oggi siamo qui per un veloce sondaggio. Chi vorreste vedere assittato con noi, o semplicemente sfilare dentro l’inquadratura? Diteci tranquillamente i nomi che vi vengono in mente: un cantante, un attore, un calciatore, vostro cugino o il vostro amico che vuole chiedere alla propria fidanzata di sposarlo e non ha trovato ancora un modo originale per farlo. Ovviamente adesso non sparatela grossa facendo nomi come Fiorello e Benigni, perché a questi…ci abbiamo già pensato noi. Anzi facciamo una cosa, segniamoci la data di questo articolo…e chissà se un giorno lo ripescheremo con un bel sorriso.
G & G

Un momento che rido

Siete d’accordo pure voi che non esista niente di meglio al mondo di ridere? Ridiamo, ogni volta che possiamo, anche solo per un momento. Tanto lo sappiamo, una risata chiama l’altra. E solo in casi eccezionali come quello che state per vedere…si può ridere anche di spalle. Benvenuti, ancora una volta, sul set di assittati.com. Ora capirete qualcosa in più di quello che realmente siamo e perché ci piace farlo.

G & G

Le cose che possiamo ancora vincere

E buongiorno a tutti. Avete comprato un quotidiano? Avete acceso la tv? Avete incontrato qualcuno in ascensore? Avete aspettato alla fermata del bus? Avete letto l’oroscopo? Avete incrociato lo sguardo di vostra nonna? Bene, qualsiasi cosa di queste voi abbiate fatto, o farete, è probabile o sicuro che l’argomento di sottofondo sia la sconfitta di ieri sera dell’Italia contro la Spagna nella finale degli Europei. Ok, partiamo dal presupposto che questa finale nemmeno c’era messa, esserci arrivati è stato un miracolo fatto dall’ottimo Prandelli e da 22 giocatori che oltre ad essere squadra sono stati anche un gruppo unito. Che poi ieri sera abbiamo perso è un dato di fatto ed a che serve parlarne poi cosi tanto?
Perché non parlare di tutte quelle cose che possiamo ancora vincere? Continuando a parlare di sport, possiamo gia pensare alle medaglie da conquistare alle Olimpiadi, ma la vita non è fatta solo di sport e quindi pensiamo a tutti quelli che in questo momento per vittoria intendono la promozione o un buon voto agli esami di maturità, a quelli che oggi per vincere intendono far innamorare l’uomo o la donna dei propri sogni, o battere il migliore amico in una scommessa, o la buona riuscita di un intervento chirurgico, il far rispettare un diritto fino ad ora calpestato o il sorriso della persona che si vuole bene. Quanti significati può assumere la parola vittoria? In quante cose possiamo ancora
vincere? Forse in tante, tantissime. Probabilmente in molte di queste, dipende da noi!

G&G

P.S. E per voi, oggi, cosa vuol dire vincere?